Notizie Recensioni Interviste Prima Pagina Materiali Perditempo

Recensioni Reviews

Scheda

Sceneggiatura:

Alejandro González Iñárritu, Armando Bo, Nicolás Giacobone

Regia:

Alejandro González Iñárritu

Prodotto da:

MENAGE ATROZ, MOD PRODUCCIONES, TELEVISIÓN ESPAÑOLA, TELEVISIÓ DE CATALUNYA

Distribuito da:

UIP

Edizione italiana:

CDC SEFIT GROUP

Dialoghi italiani:

CARLO COSOLO

Direttore del Doppiaggio:

CARLO COSOLO

Assistente al doppiaggio:

ANDREINA D'ANDREIS

Fonico di doppiaggio:

FABRIZIO SALUSTRI

Fonico di mix:

MARIANO LUINI

Sonorizzazione:

VILLINI STUDIOS

Voci:

Javier Bardem:

ROBERTO PEDICINI

Maricel Álvarez:

IRENE DI VALMO

Hanaa Bouchaib:

SARA LABIDI

Guillermo Estrella:

TITO MARTEDDU

Eduard Fernández:

PAOLO MARCHESE

Rubén Ochandiano:

MARCO BARONI

dialoghi
italiani
3,5
direzione
del doppiaggio
4

Biutiful
(Biutiful, Spagna/Messico 2010)

Iñárritu, confermandosi uno dei pochi “autori” che il momento cinematografico ci offra, ci mostra senza farci sconti le metastasi del sistema umano, in cui niente è biutiful e il fallimento è la condizione comune. Falliti non sono solo i cinesi ridotti in schiavitù, ma anche i loro sfruttatori; non solo Marambra, madre alcolista e puttana, ma anche i movidari che tirano tardi a coca tra mostruose donne-tetta; non solo i senegalesi disperati che vendono borse che neanche si aprono, ma anche la giustizia corrotta che arrotonda con le mazzette. In questo baratro di dolore, Uxbal rappresenta il fallimento della stessa speranza, mentre cerca di impiegare l’ultimo scampolo di vita che gli concede un tumore terminale alla prostata mettendo toppe, come un angelo sfigato o una “caricatura delle Nazioni Unite”. E tutti sono così impegnati a soffrire di squallore che la morte, unica via d’uscita, mette paura anziché pace.

L’edizione italiana è di buon livello. Cosolo dirige con consapevolezza, guidando prestazioni molto buone (soprattutto Irene Di Valmo su Maricel Álvarez) e più che altro imponendo a Pedicini una interpretazione del perfetto Bardem una volta tanto misurata, visto che non ricorda Woody Harrelson. Grazie.
Generalmente corretti anche i dialoghi, a parte pochi calchi: «incenerire» (in spagnolo «incinerar») invece di «cremare», «nicchia»  («nicho», in spagnolo) al posto di «loculo», «mi ha chiesto in matrimonio»  («pedida en matrimonio») invece che un più normale «di sposarlo». A volte incomprensibile il senso dei sottotitoli dei dialoghi tra i cinesi, probabilmente a causa di una poco curata traduzione-guida in inglese.

Giovanni Rampazzo

aggiungi il tuo punto di vista

La redazione si riserva la facoltà di pubblicare i contributi inviati, fatto salvo ovviamente ogni diritto di replica.

 

 

 

Avvertenze legali ~·~ © 2005~2013 aSinc.it ~·~ Tutti i diritti riservati.