Notizie Recensioni Interviste Prima Pagina Materiali Perditempo

Recensioni Reviews

Scheda

Soggetto:

Frank Miller

Sceneggiatura:

Frank Miller, Robert Rodriguez

Regia:

Robert Rodriguez, Frank Miller, Quentin Tarantino

Prodotto da:

DIMENSION FILMS, TROUBLEMAKER STUDIOS

Distribuito da:

BUENA VISTA INTERNATIONAL ITALIA

Edizione italiana:

CAST DOPPIAGGIO

Dialoghi italiani:

CARLO COSOLO

Direttore del Doppiaggio:

CARLO COSOLO

Assistente al doppiaggio:

ANDREINA D'ANDREIS

Fonico di doppiaggio:

FABRIZIO SALUSTRI

Fonico di mix:

SANDRO CHECCACCI

Sonorizzazione:

SEFIT-CDC

Voci:

Bruce Willis:

MASSIMO ROSSI

Mickey Rourke:

ROBERTO DRAGHETTI

Clive Owen:

FABIO BOCCANERA

Jessica Alba:

MYRIAM CATANIA

Nick Stahl:

MASSIMILIANO ALTO

Powers Boothe:

CARLO SABATINI

Rutger Hauer:

STEFANO DE SANDO

Michael Madsen:

FRANCESCO PANNOFINO

Rosario Dawson:

FRANCESCA FIORENTINI

Benicio Del Toro:

MASSIMO CORVO

Jaime King:

BARBARA DE BORTOLI

Brittany Murphy:

DOMITILLA D'AMICO

Michael Clarke Duncan:

ALESSANDRO ROSSI

Carla Gugino:

DANIELA CALO'

Alexis Bledel:

FEDERICA DE BORTOLI

Makenzie Vega:

VIRGINIA BRUNETTI

Jude Ciccolella:

SAVERIO MORIONES

Nicky Katt:

NANNI BALDINI

Frank Miller:

STEFANO MICELI

Tommy Flanagan:

ENRICO PALLINI

dialoghi
italiani
4
direzione
del doppiaggio
3

Sin City
(Sin City, Usa 2005)

Sin City è un film tratto dall’omonimo fumetto di Frank Miller prodotto nel 2005 e diretto da Robert Rodriguez e lo stesso Miller.
Il film si inserisce nell’ormai consolidato uso di portare sul grande schermo gli eroi di “carta” anche se con intenzioni, prospettive ed esiti molto differenti tra loro.
L’ambizione del Sin City cinematografico è senza dubbio quella di creare una trasposizione quanto più fedele possibile alle pagine del fumetto, dal bianco e nero nitido con un uso solo parziale del colore, alla forte caratterizzazione dei personaggi. È chiaro il tentativo di dare voce ad un testo scritto.
Anche i dialoghi italiani sono stati resi quanto più possibile fedeli all’edizione italiana del fumetto, e sicuramente questa è una nota a favore dell’adattamento italiano del film, senza tralasciare il fatto che la maggior parte dei dialoghi sono interpretati da un “io narrante fuori campo”, che combacia, a turno, con i diversi protagonisti del film. Le narrazioni dei vari “io fuori campo”, libere dal vincolo del sinc, risultano così molto fluide e molto fedeli al testo originale, tranne in alcune occasioni dove la traduzione è più libera, ma non per questo è meno efficace. In un V.O. di Marv, mentre in originale dice «But you were a friend and more when I needed one» nella versione italiana si sente «Ma hai portato la luce nel mio momento più buio». Sicuramente non una traduzione letterale, ma una resa metaforica, e quindi più poetica, del senso originale.
Il film in generale è particolarmente violento e si serve di un linguaggio molto forte; ciononostante nella versione originale non viene mai utilizzato il termine «fuck», ma altre espressioni che arricchiscono il linguaggio del film.
Una perdita è invece quella di «hell», espressione molto usata nell’originale e quasi sempre assente nella versione italiana, soprattutto nella sua accezione esclamativa, come nelle frasi «Hell of a way to end a partnership», che in italiano diventa «Bel modo di finire un’amicizia» e «It sure as hell wasn’t my look», trasformato in «E non certo per la mia bella faccia». Nell’uso aggettivale, invece, «hell» mantiene sempre la sua fedeltà, come nell’espressione «The night is hot as hell», reso con «Notte torrida da inferno». Probabilmente il dialoghista non ha dato la giusta rilevanza a questo termine, che risulta invece essere una delle parole-chiavi del film: Sin City, un “inferno sulla Terra”.
Esistono, tuttavia, espressioni tradotte in modo più convincente proprio perché semplici e crude, quali «Hooker» in «Puttana», «Losers» in «Mezzeseghe», «Creep» in «Stronzetto»; la forza di tale impatto è da cercare forse anche nello slittamento del registro per mantenere adeguato il tono dei dialoghi, resi più “gentili” in altre occasioni, come nell’espressione «Biggest meanest lug», che diventa «Bestione più grosso e cattivo» e «Slut», che viene tradotto con un semplice «Donnaccia».
Ci sono espressioni che sicuramente derivano dal doppiaggio “classico” ma risultano d’effetto: «Cops», tradotto con «Sbirri» e «Old man» con «Vecchio», mentre il dispregiativo «Dyke» viene reso col semplice «Lesbica», una traduzione che sicuramente alleggerisce il tono della parola, ma che è ancora giustificata nel senso che in italiano, a differenza dell’inglese, non esistono così tante espressioni spregiative nei confronti di donne omosessuali.
Un risultato invece non proprio felice, in puro stile “doppiaggese”, è la resa del ricorrente «Damn it» con il solito «Dannazione», mentre si può parlare di un vero e proprio errore per la resa di «I need you» in «Ti desidero» nella scena d’amore tra Goldie e Marv.
Infine sono degni di nota i dialoghi tra i personaggi Burt Shlubb e Douglas Klump, due mercenari particolarmente famosi per la loro eloquenza. Nella versione italiana, all’eloquenza è stata aggiunta la ricerca di un linguaggio forbito, scelta che ha sicuramente aiutato l’ilarità delle scene.
Per quanto riguarda la direzione del doppiaggio, la recitazione è in generale buona, soprattutto per le voci di Clive Owen, Rosario Dawson e Bruce Willis. Non si può dire purtroppo lo stesso per il personaggio di Marv, interpretato da Mickey Rourke, in quanto nel doppiaggio italiano perde la voce roca che lo caratterizza nella versione originale ed è completamente fuori luogo nell’interpretazione della scena iniziale. Sbagliata anche la scelta dei doppiatori dei personaggi interpretati da Josh Hartnett e Marley Shelton: è vero che sono giovani, ma dalle voci originali traspare un vissuto duro e triste. Completamente l’opposto è quello che troviamo nella versione italiana: delle voci giovanili e serene, che sembrano uscite più da telefilm per adolescenti che dall’inferno.

Guido Maggiore

aggiungi il tuo punto di vista

La redazione si riserva la facoltà di pubblicare i contributi inviati, fatto salvo ovviamente ogni diritto di replica.

 

 

 

Avvertenze legali ~·~ © 2005~2013 aSinc.it ~·~ Tutti i diritti riservati.