Notizie Recensioni Interviste Prima Pagina Materiali Perditempo

Recensioni Reviews

Scheda

Soggetto:

Andrew Stanton, Pete Docter

Sceneggiatura:

Andrew Stanton, Jim Reardon

Regia:

Andrew Stanton

Prodotto da:

PIXAR ANIMATION STUDIOS, WALT DISNEY PICTURES

Distribuito da:

WALT DISNEY STUDIOS MOTION PICTURES, ITALIA

Edizione italiana:

TECHNICOLOR spa

Dialoghi italiani:

CARLO COSOLO

Direttore del Doppiaggio:

CARLO COSOLO

Assistente al doppiaggio:

ANDREINA D'ANDREIS

Fonico di doppiaggio:

ENZO MANDARA

Supervisione artistica:

ROBERTO MORVILLE

Voci:

WALL-E:

STEFANO CRESCENTINI

EVE:

ALIDA MILANA

COMANDANTE:

ENZO AVOLIO

SHELBY FORTHRIGHT:

GIORGIO FAVRETTO

AUTO:

ALESSANDRO ROSSI

M-O:

SASHA DE TONI

JOHN:

RENATO CECCHETTO

MARY:

FRANCESCA GUADAGNO

COMPUTER DI BORDO:

ALESSANDRA CASSIOLI

STEWARD-BOT:

ROBERTO 'BISHOP' VITTORI

dialoghi
italiani
4
direzione
del doppiaggio
4

Wall-e
(Wall-e, Usa 2008)

Il nuovo film della Pixar, Wall-e, distribuito lo scorso ottobre nelle sale, è senza dubbio la più perfetta tra le realizzazioni della rinomata “costola” della Walt Disney specializzata nell’animazione digitale. La trama è quanto mai attuale, se pensiamo alle scottanti tematiche dell’emergenza ambientale e del riscaldamento globale. Siamo nel 2805: la Terrà è ormai invasa dalla spazzatura e gli esseri umani sono stati confinati su una stazione orbitante in attesa che il pianeta venga ripulito e l’atmosfera torni respirabile. Sul pianeta è rimasto soltanto il robottino Wall-E (il nome sta per Waste Allocation Load Lifter –Earth class, vale a dire “Monta Carichi per stoccaggio rifiuti –classe terrestre), che da 700 anni si occupa della rimozione dell’immondizia, e comincia ad avvertire la solitudine. Quando il robot sonda Eve, mandata dall’astronave Axion per cercare segnali di vita sulla terra, arriva a destinazione e si imbatte in Wall-E, scoprendo che il robottino ha conservata gelosamente una piantina in pieno rigoglio, le cose cambieranno inaspettatamente… Caratterizzato da immagini spettacolari e da una buona metà totalmente priva di dialoghi, Wall-E è un film riuscito ma forse troppo raffinato per i gusti del pubblico attuale. I cinefili possono gustare le numerose citazioni di classici del cinema come 2001 Odissea nello Spazio (i dialoghi tra il comandante dell’astronave ed il computer Auto) e gli spettatori adulti apprezzeranno la terribile ironia del genere umano ridotto ad un ammasso di grassoni ridotti ormai a spostarsi esclusivamente tramite poltrone semoventi, ma c’è poco che possa interessare un eventuale pubblico infantile. Con i dialoghi ridotti all’osso, i bravi doppiatori italiani hanno avuto sicuramente meno preoccupazioni. I dialoghi e la direzione del doppiaggio, affidati dalla Technicolor a Carlo Cosolo sono buoni; un unico appunto: dato ormai per assodato che i nomi dei personaggi rimangano quasi sempre immutati nell’adattamento, utilizzando l’originale “Eve”, per il robottino femmina, si perde nella traduzione l’immediato riferimento biblico alla prima donna implicito nel nome del personaggio. Il fatto poi che Wall-E storpi in IVA il nome (per lui tutti i robot devono avere una lettera finale nel nome) introduce una non voluta assonanza con la nostra imposta sulle vendite che poteva essere evitata. Per ovviare, si sarebbe potuto utilizzare il nome Eva, esattamente tradotto e Wall-E avrebbe potuto storpiarlo altrimenti, per esempio in “Evy”. Ma evidentemente la globalizzazione del merchandising nei Disney Store deve aver avuto la meglio sulle giuste (e in qualche caso dovute) licenze poetiche dell’adattamento. Detto questo, nel doppiaggio spiccano le simpatiche caratterizzazioni di Stefano Crescentini (Wall-E) ed Alida Milana (Eve) (pur se “effettate” e quindi rese giocoforza simili all’originale) e si fanno notare Enzo Avolio ed Alessandro Rossi nei ruoli rispettivamente del comandante e del computer “Auto”.

Nunziante Valoroso

aggiungi il tuo punto di vista

La redazione si riserva la facoltà di pubblicare i contributi inviati, fatto salvo ovviamente ogni diritto di replica.

 

 

 

Avvertenze legali ~·~ © 2005~2013 aSinc.it ~·~ Tutti i diritti riservati.