Notizie Recensioni Interviste Prima Pagina Materiali Perditempo

Recensioni Reviews

Scheda

Soggetto:

E.B. White, Earl Hamner Jr

Sceneggiatura:

Karey Kirkpatrick, Susannah Grant

Regia:

Gary Winick

Prodotto da:

Paramount Pictures, Walden Media, Kerner Entertainment Company, Nickelodeon Movies, Sandman Studios

Distribuito da:

Universal

Edizione italiana:

Cast Doppiaggio

Dialoghi italiani:

Ruggero Busetti

Direttore del Doppiaggio:

Daniela Nardini

Sonorizzazione:

Technicolor Sound Services

Voci:

Dakota Fanning:

Erica Necci

Kevin Anderson:

Angelo Maggi

Essie Davis:

Roberta Greganti

Louis Corbett:

Manuel Meli

Siobhan Fallon Hogan:

Paola Giannetti

Gary Basaraba:

Massimo De Ambrosis

Julian O'Donnell:

Jacopo Bonanni

Sam Shepard:

Ennio Coltorti

Carlotta:

Chiara Colizzi

Templeton:

Luca Dal Fabbro

Samuel:

Dario Penne

Gussy:

Laura Romano

Golly:

Roberto Draghetti

Bitsy:

Laura Boccanera

Betsy:

Emanuela Rossi

Ike:

Renzo Stacchi

Brooks:

Fabrizio Vidale

Elwyn:

Pino Insegno

Wilbur:

Alex Polidori

Uncle:

Renato Mori

dialoghi
italiani
5
direzione
del doppiaggio
5

La tela di Carlotta
(Charlotte's Web, Usa 2006)

Ci sono alcuni film che vengono ingiustamente penalizzati dalla distribuzione e dimenticati dopo una settimana scarsa di passaggio nelle sale, fagocitati dall’ultimo violento road–movie o dall’ennesima commediola scacciapensieri. Il gioiellino che è questo La tela di Carlotta, tratto da un celebre romanzo per l’infanzia di E. B. White e diretto da Gary Winick per la Paramount, ha subito questo destino e merita assolutamente una riscoperta in Tv oppure in DVD. La storia era stata già utilizzata per un cartone animato prodotto da Hanna e Barbera negli anni ’70, che si avvaleva delle musiche dei fratelli Sherman di disneyana memoria (la bella versione italiana fu curata appunto da Roberto de Leonardis con Marisa Sannia come voce della ragnetta Carlotta per le canzoni). Ora la Paramount, sulla scia di film quali Babe maialino coraggioso, riprende la bella trama e costruisce un film tenero ed elegiaco, tutto girato in esterni in Australia, utilizzando le più raffinate tecniche animatroniche e computerizzate per darci l’illusione che gli animali parlino. Assistiamo dunque alla storia di Wilbur, maialino destinato a sicura morte perché la mamma non lo allatta, se la figlia del fattore, Fern (una bravissima Dakota Fanning) non decidesse di allevarlo lei. Quando il maialino diventa troppo grosso ed ingombrante, si decide di trasferirlo nella vicina fattoria dello zio, Nel grande recinto Wilbur si sente solo ma ecco che avviene una cosa curiosa. Carlotta, il ragno che abita sullo stipite della porta del fienile, si accorge della solitudine del piccolo e gli offre la sua amicizia. È l’inizio di un rapporto molto speciale tra due anime che si scoprono simili. Quando Wilbur scoprirà che il Natale successivo è destinato a diventare salsiccia, Carlotta gli promette che lo salverà in qualche modo. Così, piano piano Carlotta inizia a tessere delle meravigliose tele su cui scrive degli aggettivi che elogiano il piccolo Wilbur. Prima definito “CHE PORCO”, poi ATOMICO, RADIANTE ed infine, una volta che Wilbur, diventato una celebrità, viene iscritto ad una fiera locale, per caldeggiare la sua premiazione, UMILE, Carlotta riesce nel suo intento. Sfinita per tutto questo tessere, il ragno annuncia a Wilbur che ha deposto il bozzolo con i suoi ragnetti e che non tornerà alla fattoria perché sta morendo. Allora Wilbur, che ha vinto alla fiera un premio speciale, porta il bozzolo alla fattoria, dopo aver detto addio alla sua grande amica e lo veglia amorevolmente fino alla nascita dei ragnetti. Di questi, tre sceglieranno di restare alla fattoria con Wilbur, “erede naturale” di Carlotta. Un simile film, che in originale si avvale di voci prestigiose come Steve Buscemi (il topo Templeton), Kathy Bates e Julia Roberts (Carlotta) era pronto per il solito doppiaggio zeppo di talent. Invece… invece il dialoghista Ruggero Busetti e la direttrice Daniela Nardini hanno realizzato per la Cast Doppiaggio un vero miracolo: tutto il cast è formato da sopraffini professionisti del leggio che, uniti ad una brillante sceneggiatura originale, ad un magico commento musicale di Danny Elfman e ad un dialogo italiano esemplare, che richiama fedelmente il romanzo originale anche nelle parole intessute nella tela di Carlotta (che, inoltre, nella copia nostrana, sono magicamente scritte sulla tela in ITALIANO), fanno di questo La tela di Carlotta un autentico capolavoro:

Guidati da una Chiara Colizzi (Carlotta) in stato di grazia, dolce, tenera, decisa, nostalgica, le voci fanno miracoli. Alex Polidori è bravissimo nel ruolo di Wilbur; Luca dal Fabbro è irresistibile nella parte dello scontroso topo Templeton; Dario Penne è la pecora Samuel; Renzo Stacchi è il delizioso cavallo Ike che ha paura dei ragni; le mucche Bitsy e Betsy hanno le voci delle irresistibili Laura Boccanera ed Emanuela Rossi; Laura Romano e Roberto Draghetti sono la coppia di oche Gussy e Golly. Tra le voci degli attori, che comprendono Angelo Maggi, Roberta Greganti, Massimo de Ambrosis e Paola Giannetti, è d’obbligo citare la deliziosa Erica Necci quale voce di Dakota Fanning.

Nunziante Valoroso

aggiungi il tuo punto di vista

La redazione si riserva la facoltà di pubblicare i contributi inviati, fatto salvo ovviamente ogni diritto di replica.

 

 

 

Avvertenze legali ~·~ © 2005~2013 aSinc.it ~·~ Tutti i diritti riservati.