Notizie Recensioni Interviste Prima Pagina Materiali Perditempo

Recensioni Reviews

Scheda

Sceneggiatura:

Lucien Jean-Baptiste, Marie-Castille Mention-Schaar

Regia:

Lucien Jean-Baptiste

Prodotto da:

PIERRE KUBEL, MARIE-CASTILLE MENTION-SCHAAR PER VENDREDI FILM, FRANCE 2 CINÉMA, RHÔNE-ALPES CINÉMA

Distribuito da:

Nomad Film

Edizione italiana:

SOUND ART 23

Dialoghi italiani:

ELISABETTA BUCCIARELLI

Direttore del Doppiaggio:

ELISABETTA BUCCIARELLI

Fonico di doppiaggio:

MARCO LIPPI

Fonico di mix:

VALERIO BRINI

Voci:

Firmine Richard:

Marzia Villani

Lucien Jean-Baptiste:

Angelo Maggi

Anne Consigny:

Laura Lenghi

Ludovic François:

Federico Bebi

Loreyna Colombo:

Angelica Bolognesi

Jimmy Woha-Woha:

Gabriele Lopez

Bernadette Lafont:

Aurora Cancian

Michel Jonasz:

Giorgio Lopez

dialoghi
italiani
1,5
direzione
del doppiaggio
2

La première étoile - La prima stella
(La première étoile, Francia 2009)

Grazioso filmetto girato con grazia e maestria, come i francesi sanno fare, che affronta con leggerezza la questione razziale - ah, i guasti del colonialismo! - e i problemi degli esclusi, le frizioni interclassiste, il mondo a parte delle banlieu e dell’ultra-periferia parigina, la voglia di appartenere, di esserci, di sperare. E non siamo a Brooklyn, né a Joannesburg o a LA, bensì ovviamente nell’Exagon, la terra dei mangialumache e dei padri della Rivoluzione. Un film delicato sognante ed elementarmente istruttivo. E anche un film complesso da doppiare. Va detto che gli interpreti ce la mettono tutta, ma il tutto non sta molto in piedi lo stesso, come se non si sia riusciti a imprimere la giusta velocità all’interpretazione e quindi il doppiato risulta un po’ scollato, sovrapposto, distante dall’originale. Insomma, una buona intenzione che non è riuscita a prendere corpo, nonostante le buone prove di alcuni interpreti: gli alter ego dei coniugi Morgeot, la Cancian e Lopez, e Maggi, nel ruolo del protagonista. E gran parte della responsabilità è nel dialogo, scollato anch’esso dal tono del film e con sensibili problemi di sinc, che condensa e mostra tutta la sua inadeguatezza nel lasciare in originale il nome del gioco da tavola conosciuto e commercializzato in Italia come lo Scarabeo.

Litta Moreno

aggiungi il tuo punto di vista

La redazione si riserva la facoltà di pubblicare i contributi inviati, fatto salvo ovviamente ogni diritto di replica.

 

 

 

Avvertenze legali ~·~ © 2005~2013 aSinc.it ~·~ Tutti i diritti riservati.