Notizie Recensioni Interviste Prima Pagina Materiali Perditempo

Recensioni Reviews

Scheda

Soggetto:

Stephenie Meyer

Sceneggiatura:

Melissa Rosenberg

Regia:

Chris Weitz

Prodotto da:

IMPRINT ENTERTAINMENT, SUMMIT ENTERTAINMENT, TROY RODRIGUEZ PRODUCTIONS

Distribuito da:

Eagle Pictures

Edizione italiana:

SEFIT-CDC

Dialoghi italiani:

PAOLO MODUGNO

Direttore del Doppiaggio:

ALESSANDRO ROSSI

Assistente al doppiaggio:

SILVIA ALPI

Fonico di doppiaggio:

STEFANO SALA

Fonico di mix:

ALESSANDRO CHECCACCI

Voci:

Kristen Stewart:

FEDERICA DE BORTOLI

Taylor Lautner:

DAVID CHEVALIER

Robert Pattinson:

STEFANO CRESCENTINI

Billy Burke:

CHRISTIAN IANSANTE

Ashley Greene:

ILARIA LATINI

Peter Facinelli:

SANDRO ACERBO

Elizabeth Reaser:

GIO'-GIO' RAPATTONI

Kellan Lutz:

MARCO VIVIO

Nikki Reed:

LAURA LENGHI

Jackson Rathbone:

DAVIDE ALBANO

Tinsel Korey:

SELVAGGIA QUATTRINI

dialoghi
italiani
3,5
direzione
del doppiaggio
4

New Moon
(The Twilight Saga: New Moon, Usa 2009)

Ecco uno dei film più attesi di tutto il 2009, il secondo episodio della saga di Twilight, New Moon. La fortunata creazione di Stephenie Meyer, autrice dei romanzi che hanno ispirato la versione in celluloide, ha catturato milioni di fan in tutto il mondo che seguono con trepidazione le vicende amorose tra il vampiro Edward Cullen e l’umana Bella Swan.
In questo frangente troviamo Bella alle prese con la disperazione più totale dopo che Edward l’ha lasciata perché si è reso conto che per lei far parte del suo mondo è troppo pericoloso. Le basta una piccola ferita, e lei essendo alquanto impacciata si ferisce con una certa frequenza, per scatenere la sete di sangue dei componenti della famiglia Cullen e, ovviamente, anche di tutti i loro nemici. Quindi Edward, che l’ama più d’ogni cosa al mondo, preferisce privarsi della vita assieme a lei pur di non mettere più a repentaglio la sua incolumità.
Bella si isola dal resto del mondo, vive come un’autonoma, lasciando passare un mese dopo l’altro. Sarà l’amicizia con Jakob Black a salvarla. I due cominciano a vedersi tutti i giorni e tra di loro nasce un sentimento che ha qualcosa di più della semplice amicizia, soprattutto da parte del ragazzo. Ma il mondo di Bella non è ancora privo del soprannaturale: anche Jacob ha un misterioso segreto da nascondere.
Nei primi cinque giorni di programmazione, New Moon ha incassato dieci milioni di Euro. Gran parte dell’attrattiva è rappresentata dagli attori, soprattutto Pattinson che interpreta il tanto amato Edward. Dannato e sensuale nella storia, sembra recitare la parte anche fuori dallo schermo, mandando in visibilio milioni di ragazzine che questa volta si dividono combattute tra lui e Taylor Lautner, alter ego di Jacob.
Permangono i dubbi su come Melissa Rosenberg abbia condensato le centinaia e centinaia di pagine della Meyer nei tempi ristretti di un film. Contestabili alcune scelte, talune scene avrebbero potuto essere omesse, mentre altre è un peccato che siano state sacrificate. Il momento in cui Bella si butta dalla scogliera non sembra particolarmente sofferto, Jacob la salva e lei si riprende in pochissimo tempo, come se nulla fosse successo.
Rispetto all’episodio precedente, almeno lo spettatore si è messo il cuore in pace in merito al fatto che tra i due ci sia un amore così viscerale. All’inizio della saga il loro amore era stato ridotto più a una palpitazione adolescenziale un po’ più concitata del normale, mentre la Meyer parla dell’amore vero, quello eterno. Certo, non è facile parlarne, coglierlo e rappresentarlo, ma è importante non svilirlo. A questo punto della storia, lo spettatore medio ha capito che così è, quindi forse si pone qualche dubbio in meno.
Buona la versione italiana. Per la direzione del doppiaggio è stato confermato Alessandro Rossi che, a sua volta, ha confermato i doppiatori che avevano preso parte a Twilight. È importante in questi casi mantenere una continuità tra i vari episodi, così da non deludere gli spettatori che si affezionano ai personaggi, così come alle loro voci. Non ci sono parti che non sono state doppiate o tradotte in italiano, quindi è tutto molto comprensibile anche per gli spettatori nostrani.
Buoni anche i dialoghi stesi di nuovo da Paolo Modugno. La versione originale non presentava particolari insidie, in ogni caso Modugno ha curato bene la scelte delle parole e dello stile.
Sono presenti solo alcuni piccoli problemi di sincronismo labiale. Jacob all’inizio del film, quando dà a Bella il suo regalo di compleanno, le dice «Io sto crescendo», quando lei nota i muscoli sulle sue braccia. Ma questa frase non calza molto sull’originale.
Stesso discorso quando Emmet stuzzica Edward facendogli notare che, ufficialmente, ora la sua fidanzata è più grande di lui e dice «Esci con una più grande? Forte!», ma la sua bocca è spalancata in una "a".
Infine Jacob, negli ultimi minuti della pellicola implora Bella «Tu non diventerai una di loro, Bella», ma la battuta è leggermente in ritardo e il labiale non è particolarmente rispettato.
In ogni caso, questi piccoli accorgimenti avrebbero solo permesso di rendere il doppiaggio ottimo, non creano nessun particolare disturbo allo spettatore che può godere di un buon spettacolo.

Alessandra Basile

aggiungi il tuo punto di vista

La redazione si riserva la facoltà di pubblicare i contributi inviati, fatto salvo ovviamente ogni diritto di replica.

 

 

 

Avvertenze legali ~·~ © 2005~2013 aSinc.it ~·~ Tutti i diritti riservati.